GAL Marmilla www.galmarmilla.it http://www.galmarmilla.it/ P.S.R. - Sottomisura 4.1 - "Investimenti in aziende agricole per l'adozione di tecniche di precision farming e agricoltura conservativa" - Annualità 2017.http://www.galmarmilla.it/it-it/opportunita/2017/08/psr-sottomisura-41-investimenti-in-aziende-agricole-per-ladozione-di-tecniche-di-precision-farming-e-agricoltura-conservativa.aspx<p><strong>Programma di Sviluppo Rurale 2014/2020 - Sottomisura 4.1 – Bando "Investimenti in aziende agricole per l'adozione di tecniche di precision farming e agricoltura conservativa" - Annualità 2017.</strong></p> <p>La sottomisura 4.1 “Sostegno a investimenti nelle aziende agricole” prevede un aiuto alle imprese agricole per la realizzazione di investimenti strutturali (materiali e immateriali). La sottomisura contribuisce alla focus area 2A (“incoraggiare la ristrutturazione delle aziende agricole con problemi strutturali considerevoli, in particolare di quelle che detengono una quota di mercato esigua, delle aziende orientate al mercato in particolari settori e delle aziende che richiedono una diversificazione dell'attività”), in quanto finalizzata a garantire la vitalità e la competitività delle aziende agricole della Sardegna favorendone l’orientamento al mercato attraverso la ristrutturazione e l’ammodernamento delle strutture produttive mediante investimenti mirati all’obiettivo di migliorare le prestazioni economiche e la sostenibilità globali dell'azienda agricola. L’agricoltura di precisione è definita come un insieme di pratiche di gestione aziendale basate sull’osservazione, la misura e la risposta dell’insieme di variabili quanti-qualitative inter ed intra-campo che intervengono nell’ordinamento produttivo. Ciò al fine di definire, dopo l’analisi dei dati sito-specifici, un sistema di supporto decisionale per l’intera gestione dell’azienda agricola, con l’obiettivo di ottimizzare i rendimenti nell’ottica di una sostenibilità avanzata di tipo climatico ed ambientale, economico, produttivo e sociale. L’analisi SWOT evidenzia come l’agricoltura conservativa e quella di precisione siano ancora poco diffuse. Tali innovazioni contribuiscono anche alla riduzione degli effetti negativi dell’agricoltura sull’ambiente, limitando la dispersione di fitofarmaci e fertilizzanti e contribuendo alla conservazione del contenuto di sostanza organica nei suoli. L’intervento si propone di promuovere una evoluzione strutturale più competitiva e sostenibile dell’agricoltura della sarda attraverso l’adozione di innovazioni riconducibili a processi di precision farming e agricoltura conservativa.</p> <p><span>I beneficiari della sottomisura sono le imprese agricole, singole o associate (imprese costituite in forma societaria). </span><br /><br /><strong>Le domande di sostegno potranno essere presentate dal 2 ottobre al 3 novembre 2017. </strong></p> <p><span>Eventuali quesiti e richieste di chiarimenti dovranno essere inoltrati esclusivamente all’indirizzo email: agr.urp@regione.sardegna.it. Ai quesiti pervenuti si darà risposta tramite faq pubblicate con cadenza settimanale a partire da lunedì 28 agosto 2017. </span></p>Unicosthttp://www.galmarmilla.it/it-it/opportunita/2017/08/psr-sottomisura-41-investimenti-in-aziende-agricole-per-ladozione-di-tecniche-di-precision-farming-e-agricoltura-conservativa.aspx2017-08-09T00:00:00sottomisura 4.3 “Sostegno a investimenti nell'infrastruttura necessaria allo sviluppo, all'ammodernamento e all'adeguamento dell'agricoltura e della silvicoltura"- tipo di intervento 4.3.1 - "Investimenti volti a migliorare le condizioni della viabilità rurale e forestale"http://www.galmarmilla.it/it-it/opportunita/2017/08/sottomisura-43-“sostegno-a-inv.aspx<p><strong>Programma di Sviluppo Rurale 2014 – 2020 - Misura 4 - Sottomisura 4.3 - Tipo di intervento 4.3.1 - "Investimenti volti a migliorare le condizioni della viabilità rurale e forestale" - Bando 2017 </strong></p> <p><span>L’analisi della situazione regionale ha evidenziato la carente infrastruttura a servizio delle aziende agricole e forestali e la necessità di un suo miglioramento, soprattutto per quanto riguarda l’accesso ai terreni. La sottomisura 4.3.1 “Miglioramento delle infrastrutture rurali destinate allo sviluppo del settore agroforestale” prevede un sostegno per investimenti volti a migliorare le condizioni della viabilità rurale e forestale e ripristinare la percorribilità ove questa risulti compromessa. In tal modo verrà consentito di dotare il territorio di un sistema di infrastrutture diffuso ed efficiente. Tale condizione è di fondamentale importanza per il raggiungimento degli obiettivi economici, ambientali e sociali, perché permetterà la permanenza di attività agricole e forestali sostenibili, e un forte presidio del territorio con ricadute positive anche in termini occupazionali.</span></p> <p>Possono presentare domanda i comuni singoli, i consorzi di strade vicinali e i comuni associati (Unioni di comuni, Associazioni temporanee di Comuni, Comunità montane) in cui la titolarità del finanziamento sarà in carico all’Ente legalmente riconosciuto o nel caso di associazione temporanea al Comune capo fila. </p> <p><br /><strong>Le domande di sostegno potranno essere presentate dal 6 settembre al 6 ottobre 2017. </strong></p> <p><span><span>Eventuali quesiti e richieste di chiarimenti dovranno essere inoltrati esclusivamente all’indirizzo email: agr.urp@regione.sardegna.it. Ai quesiti pervenuti si darà risposta tramite faq pubblicate con cadenza settimanale a partire da lunedì 28 agosto 2017. </span></span></p>Unicosthttp://www.galmarmilla.it/it-it/opportunita/2017/08/sottomisura-43-“sostegno-a-inv.aspx2017-08-09T00:00:00Chiusura Ufficihttp://www.galmarmilla.it/it-it/news-ed-avvisi/2015/08/2017/08/chiusura-uffici.aspx<p><span>Gli uffici del GAL Marmilla resteranno chiusi </span><strong>da lunedì 7 Agosto fino a domenica 27 Agosto</strong> per la pausa estiva . La riapertura al pubblico è prevista per il giorno lunedì 28 Agosto secondo gli orari consueti.</p> <p><strong>Buone vacanze!</strong></p>Unicosthttp://www.galmarmilla.it/it-it/news-ed-avvisi/2015/08/2017/08/chiusura-uffici.aspx2017-08-02T00:00:001° Raduno MOTORI AL CASTELLO DI MARMILLAhttp://www.galmarmilla.it/it-it/eventi-e-manifestazioni/2017/07/las-plassas-motoraduno.aspx<p>Domenica 23 luglio 2017, dalle orer 9.30, si svolgerà a Las Plassas il <em>1° Raduno Motori al Castello di Marmilla, </em>secondo il seguente programma:</p> <p> </p> <p>  </p> <p><img width="500" height="708" src="/media/266239/Moto-raduno-Las-Plassas_500x708.jpg" alt="Moto Raduno Las Plassas"/></p>Unicosthttp://www.galmarmilla.it/it-it/eventi-e-manifestazioni/2017/07/las-plassas-motoraduno.aspx2017-07-23T00:00:00Chiusura ufficihttp://www.galmarmilla.it/it-it/news-ed-avvisi/2016/12/2017/07/chiusura-uffici-(1).aspx<p>Giovedì 20 luglio 2017, gli uffici del GAL MARMILLA in via Baressa n. 2 a BARADILI, resteranno chiusi in occasione della ricorrenza della Festa Patronale.</p>Unicosthttp://www.galmarmilla.it/it-it/news-ed-avvisi/2016/12/2017/07/chiusura-uffici-(1).aspx2017-07-20T00:00:00Masullas: inaugurazione del Monumento Naturale "Pillow lava Su Carongiu de Fanari"http://www.galmarmilla.it/it-it/eventi-e-manifestazioni/2017/07/masullas-su-corongiu-de-fanari.aspx<p>Masullas amplia il suo patrimonio geominerario: il 7 luglio inaugura il geosito di Su Carongiu de Fanari, un unicum su scala mondiale data la quasi unicità dell’elemento nel suo genere.</p> <p class="ox-14479ba6ee-MsoNormal">“È istituito Monumento Naturale, ai sensi della L.R. 31/89, il bene denominato “Su Carongiu de Fanari” ubicato nel Comune di Masullas, costituito da un mega pillow lava”, si legge così nel Decreto n. 23 dell’8/06/2012 emanato dalla Regione Sardegna.</p> <p class="ox-14479ba6ee-MsoNormal">Il “Mega pillow” di Su Carongiu de Fanari, localizzato in agro del comune di Masullas, deve questo nome particolare alle sue origini geologiche. La “Lava a pillow” (pillow=cuscino) si forma da eruzioni sottomarine, producendo colate di lava composte da blocchi che ricordano dei cuscini. L’eruzione sottomarina che ha portato alla formazione di questo “Mega pillow” è avvenuta circa 20 milioni di anni fa. Siamo di fronte ad un cuscino di lava lungo 12 metri per 8 di altezza (da cui il termine “mega”) che lo rendono tra i più grandi al mondo e che per via di tutte queste peculiarità è stato riconosciuto come Monumento Naturale della Sardegna.</p> <p class="ox-14479ba6ee-MsoNormal">Il 7 luglio a Masullas (Oristano) si inaugura il Monumento Naturale localizzato in agro del territorio comunale. La conferenza pubblica di presentazione si terrà alle 17:30 nell’aula consiliare del Municipio alla presenza dell’Assessore alla Difesa dell'Ambiente On.le Donatella Emma Ignazia Spano. L’appuntamento prosegue alle 19 con il trasferimento nel sito di Su Carongiu de Fanari, per mezzo di un bus navetta, per l’inaugurazione del sito naturalistico (il programma dell’evento è consultabile al link <a rel="noopener" href="https://www.facebook.com/events/440085629718054/" target="_blank">https://www.facebook.com/events/440085629718054/</a>).</p> <p class="ox-14479ba6ee-MsoNormal">Un’intera giornata dedicata ai tesori del territorio. Nel corso della mattinata infatti, per gli interessati, sarà possibile visitare il GeoMuseo Monte Arci, il Parco dell'Ossidiana di Conca 'e Cannas, il geosito de Sa perda sperrada e la grotta de Su stabi mannu (info e prenotazioni via email <a href="mailto:info@geomuseomontearci.it" target="_blank" class="mailto-link">info@geomuseomontearci.it</a> o ai numeri 0783 991122 - 389 1777100 - 0783 996017).</p> <p class="ox-14479ba6ee-MsoNormal">Lo sviluppo del territorio non può prescindere dalla conoscenza dei beni caratteristici che contribuiscono a dare valore al paesaggio. Individuare e tutelare siti di alto valore scientifico significa garantire la fruibilità del bene naturalistico non solo alla comunità accademica, ma anche, e soprattutto, all’intera collettività.</p> <p class="ox-14479ba6ee-MsoNormal">Sulla scia di questi interventi il Comune di Masullas, il cui territorio ricade all’interno del Parco Geominerario Storico Ambientale della Sardegna e del Parco Naturale Regionale del Monte Arci, ha lavorato per restituire alla comunità l’accesso al geosito di Su Carongiu de Fanari. Un bene che si inserisce all’interno di un territorio già famoso per i suoi tesori tra qui ricordiamo Sa Perda Sparrada, proiettile di lava, di forma sferica con spaccature verticali, originato da attività vulcanica esplosiva, ed il menhir naturale di Sa Perda Sposa, legata ad antiche leggende del territorio.</p> <p class="ox-14479ba6ee-MsoNormal">Pietre che raccontano la storia della Sardegna: nella ricca proposta di Masullas, infatti, troviamo anche il giacimento di ossidana (in località Conca ‘e Cannas esiste il più grande giacimento di tutto il Mediterraneo) fino ai rari e preziosi minerali conservati nel GeoMuseo MonteArci (Museo Riconosciuto Ufficialmente dalla Regione Autonoma Sardegna) dedicato, appunto, al Monte Arci, ai suoi minerali e alle sue rocce in cui è scritta la sua storia geologica.</p> <p class="ox-14479ba6ee-MsoNormal">L’idea progettuale del recupero, tutela e valorizzazione del sito geologico “Pillow lava - Su carongiu de Fanari” di Masullas rientra in un programma più ampio, avviato una decina di anni fa dall’Amministrazione comunale, che ha come obiettivo lo svolgimento a livello locale delle medesime azioni sull’intero Patrimonio Culturale, inteso come l’insieme di beni che per particolare rilievo storico, culturale ed estetico sono di interesse pubblico e costituiscono la ricchezza di un luogo e della relativa popolazione.</p> <p class="ox-14479ba6ee-MsoNormal"><span>“L’intervento si fonda su di un processo di comunicazione e interpretazione che deve portare il fruitore a guardare con occhi diversi ciò che lo circonda; d'altra parte una montagna o un masso, diventano un monumento della natura solo nel momento in cui gli attribuiamo un valore che riconosciamo tutti come tale”, spiega il Sindaco del Comune di Masullas, Mansueto Siuni. “Da qui l'idea che un progetto di valorizzazione di geositi debba essere concepito come il dipanarsi di un racconto; che offra, in altre parole, al visitatore nuovi percorsi di conoscenza e di scoperta che lo portino a condividere il valore e la sostanza di un territorio”.</span></p> <p class="ox-14479ba6ee-MsoNormal"><span>Un ruolo fondamentale nell'operazione di recupero del sito geologico "Su carongiu de Fanari" di Masullas va attribuito all’Assessorato Regionale alla Difesa dell’Ambiente che, dopo attenta valutazione degli elementi geologici e naturalistici, con proprio Decreto n. 23 del 08/06/2012 ha riconosciuto il sito quale Monumento Geologico Naturale e ne ha sostenuto finanziariamente gli oneri.</span></p> <p class="ox-14479ba6ee-MsoNormal">In occasione dell'inaugurazione del Monumento Naturale di Masullas, verrà presentata l'importante pubblicazione "Monumenti Naturali Geologici della Sardegna", che contiene la storia e le immagini dei 20 siti geologici riconosciuti Monumenti Naturali dalla Regione Sardegna. La pubblicazione di questo opuscolo si deve al Consorzio del Parco Geominerario Storico ed Ambientale della Sardegna che ha sempre dimostrato attenzione e sensibilità verso tutte le iniziative che hanno come obiettivo la salvaguardia del patrimonio geologico, ritenuta essenziale per le attività di formazione ed educazione, per la dimostrazione pratica dei principi della geologia e per illustrare i processi di evoluzione del paesaggio.</p> <p class="ox-14479ba6ee-MsoNormal">“La speranza – conclude il sindaco - è che la conoscenza e la fruizione di tutti i siti geologici della Sardegna riconosciuti come Monumento Naturale, siano di supporto alle politiche di crescita e sviluppo della nostra Isola e possano aiutarci a ritrovare un più giusto rapporto col mondo naturale in cui viviamo”.</p> <p class="ox-14479ba6ee-MsoNormal"><a href="/media/266238/Comunicato-Stampa.pdf">Comunicato stampa</a></p> <p class="ox-14479ba6ee-MsoNormal"><a href="/media/266234/Brochure-Megapillow_Su-Carongiu-de-Fanari.pdf">Brochure</a></p>Unicosthttp://www.galmarmilla.it/it-it/eventi-e-manifestazioni/2017/07/masullas-su-corongiu-de-fanari.aspx2017-07-07T00:00:00Approvato il Bilancio 2016http://www.galmarmilla.it/it-it/news-ed-avvisi/2017/06/bilancio-2016-approvazione.aspx<p>Mercoledì 21.06.2017 l'Assemblea dei Soci del Gal Alta Marmilla e Marmilla che si è tenuta presso la sala dell'Unione dei Comuni Alta Marmilla, ha approvato il Bilancio al 31.12.2016.</p> <p><a href="/media/265963/BILANCIO-2016-Nota-Integrativa-e-Rendiconto-F.pdf" title="b">Bilancio 2016 (compresi nota integrativa e rendiconto finanziario)</a></p>Unicosthttp://www.galmarmilla.it/it-it/news-ed-avvisi/2017/06/bilancio-2016-approvazione.aspx2017-06-21T00:00:00Assemblea dei Socihttp://www.galmarmilla.it/it-it/news-ed-avvisi/2017/06/assemblea-dei-soci.aspx<p>Martedì 20.06.2017 alle ore 6.00 in 1^ convocazione e Mercoledì 21.06.2017 alle ore 17,00 in 2^convocazione, è convoca ta l'Assemblea dei Soci del Gal Alta Marmilla e Marmilla che si terrà presso la sala dell'Unione dei Comuni Alta Marmilla, il giorno  per discutere e deliberare sul seguente ordine del giorno:</p> <p>1) Approvazione Bilancio al 31.12.2016</p>Unicosthttp://www.galmarmilla.it/it-it/news-ed-avvisi/2017/06/assemblea-dei-soci.aspx2017-06-16T00:00:00Aggiudicazione del servizio di stampa e fornitura di prodotti tipograficihttp://www.galmarmilla.it/it-it/news-ed-avvisi/2017/05/aggiudicazione-procedura-prodotti-tipografici.aspx<p><span>Si rende noto che è in pubblicazione nella sezione Bandi la Determina del R.U.P. di aggiudicazione del servizio di stampa e fornitura di prodotti tipografici.</span></p>Unicosthttp://www.galmarmilla.it/it-it/news-ed-avvisi/2017/05/aggiudicazione-procedura-prodotti-tipografici.aspx2017-05-17T00:00:00Aggiudicazione del servizio di noleggio e installazione di fotocopiatrice.http://www.galmarmilla.it/it-it/news-ed-avvisi/2017/05/affidamento-del-servizio-di-noleggio-e-installazione-di-fotocopiatrice.aspx<p><span>Si rende noto che è in pubblicazione nella sezione Bandi la Determina del R.U.P. di aggiudicazione del servizio di noleggio e installazione di fotocopiatrice.</span></p> <p> </p> <p> </p>Unicosthttp://www.galmarmilla.it/it-it/news-ed-avvisi/2017/05/affidamento-del-servizio-di-noleggio-e-installazione-di-fotocopiatrice.aspx2017-05-15T00:00:00freemmos - liberi di restarehttp://www.galmarmilla.it/it-it/eventi-e-manifestazioni/2017/05/freemmos.aspx<p><span>Freemmos – Liberi di restare</span><br /><span>Progetto in difesa dei piccoli centri della Sardegna a rischio spopolamento</span></p> <p>Le date:<br />25 Aprile - Monteleone Rocca Doria<br />14 Maggio - Baradili<br /><br /><span>La parola FREEMMOS deriva dall'unione del termine inglese FREE (libero) che unito alla desinenza MMOS in lingua sarda assume il significato di “ FERMI”. Liberi e fermi.</span><br /><span>Il progetto FREEMMOS nasce da un'idea della Fondazione Maria Carta finalizzata a sostenere, attraverso una serie di iniziativ</span><span class="text_exposed_show">e di carattere culturale, i piccoli centri della Sardegna a rischio estinzione.<br />Lo studio Comuni in estinzione, gli scenari dello spopolamento in Sardegna, condotto nel 2012 dall'Università di Cagliari per conto del Centro Regionale di Programmazione, evidenzia che sono trenta i paesi sardi a rischio estinzione.<br />Da qui l'idea di attirare l'attenzione delle istituzioni e dell'opinione pubblica su un fenomeno che, se non arginato, avrà una portata dirompente, soprattutto nei prossimi anni.<br />FREEMMOS richiama l'idea di libertà, dove si è liberi di rimanere nel territorio in cui si è nati e in cui si è sempre vissuti. Il diritto a non vedere morire i propri paesi significa anche dare la possibilità di garantire un futuro alle giovani generazioni in termini di opportunità lavorative, presidi culturali e sociali che non devono essere smantellati.<br />FREEMMOS individua alcuni comuni della Sardegna a rischio estinzione in cui realizzare una serie di eventi che si dipanano nell'arco di un'intera giornata con convegni, concerti, mostre, esposizioni. Le prime tappe del 2017 sono state fissate: si parte il 25 aprile da Monteleone Rocca Doria e si prosegue in 14 maggio a Baradili, il più piccolo centro della Sardegna. Grazie alla collaborazione delle amministrazioni interessate, le due comunità apriranno le porte ai visitatori che potranno immergersi nelle bellezze paesaggistiche e naturalistiche e assistere alle esibizioni proposte dai vari artisti che hanno aderito all'iniziativa.<br /><br />L'elenco provvisorio degli ospiti comprende, tra gli altri: Piero Marras, Tazenda, Cordas et Cannas, Cuncordu e Tenore de Orosei, Francesco Piu, la formazione arpistica Clarsech Ensemble, i Mamuthones della Pro Loco di Mamoiada, Fantafolk, Gravity Sixty, Bertas, Tressardi, Menhir. Attesa la presenza di ospiti internazionali: l'organettista basco Kepa Junkera e la formazione corsa “A Cumpagnia”, guidata da Jérôme Casalonga.<br />Bachisio Bandinu, Giacomo Mameli, Sandro Roggio, Bernardo De Muro, Anthony Muroni, Paolo Pillonca, Attilio Mastino, Bachisio Porru prenderanno parte ai dibattiti coordinati da Tonino Oppes e Giacomo Serreli.</span></p> <p><span class="text_exposed_show"><br />Il mondo della cultura si mobilità per far sentire la propria voce in difesa delle piccole realtà locali.<br /><br /></span></p> <p><span class="text_exposed_show"><img width="457" height="638" src="/media/264644/immagine_350x489.jpg" alt="Immagine"/></span></p>Unicosthttp://www.galmarmilla.it/it-it/eventi-e-manifestazioni/2017/05/freemmos.aspx2017-05-14T00:00:00OPEN DAY Centro Provinciale per l'Istruzione degli Adultihttp://www.galmarmilla.it/it-it/eventi-e-manifestazioni/2017/05/centro-provinciale-per-listruzione-degli-adulti.aspx<p>Nuova sede a MORGONGIORI per il Centro Prov.le per l'Istruzione degli Adulti n°4 (ex scuole serali), in via Vittorio Emanuele III n°12 (ingresso attuale, x lavori in corso, in via Santa Suia n°1) e il giorno 12 MAGGIO 2017 DALLE ORE 17:00 ALLE 20:00</p> <p>aprirà le sue porte per farvi conoscere i programmi, le attività didattiche, i corsi previsti (fra cui corso di informatica, di inglese) e tante altre informazioni!</p> <p>I CORSI SONO MINISTERIALI E QUINDI COMPLETAMENTE GRATUITI!</p> <p> <img width="498" height="704" src="/media/264262/locandina-cpia4_498x704.jpg" alt="Locandina Cpia4"/></p>Unicosthttp://www.galmarmilla.it/it-it/eventi-e-manifestazioni/2017/05/centro-provinciale-per-listruzione-degli-adulti.aspx2017-05-12T00:00:00Bilancio d'esercizio 2016http://www.galmarmilla.it/it-it/news-ed-avvisi/2017/05/comunicazione-soci-gal-deposito-bilancio-2016.aspx<p>Il Gal Marmilla comunica che è a disposizione presso la propria sede la seguente documentazione:</p> <ul> <ul> <li>- Bilancio d’esercizio 2016 composto dalla Nota Integrativa, Rendiconto Finanziario e relativi allegati;</li> <li>- Relazione dell’organo di controllo rilasciata in data 10/05/2017 di cui al Prot. N. 478, pari data.</li> </ul> </ul> <p>Si fa presente altresì che la Dott.ssa Maria Carla Manca è a disposizione per eventuali delucidazioni nei giorni:<br />Lunedì – mercoledì - venerdì dalle ore 09,00 alle ore 13,00.<br /><br /></p> <p><a href="/media/265257/Comunicazione-Soci-GAL-deposito-bilancio-2016.pdf">Comunicazione ai soci</a></p>Unicosthttp://www.galmarmilla.it/it-it/news-ed-avvisi/2017/05/comunicazione-soci-gal-deposito-bilancio-2016.aspx2017-05-10T00:00:00PSR - Sottomisura 6.4.2 – “Sostegno a investimenti per lo sviluppo di imprese extra-agricole”http://www.galmarmilla.it/it-it/opportunita/2017/05/sottomisura-642-–-“sostegno-a-investimenti-per-lo-sviluppo-di-imprese-extra-agricole”.aspx<div class="field-title-wrapper field-wrapper"> <div class="field field-name-title field-type-ds field-label-hidden"> <div class="field-items"> <div class="field-item even"> <p><strong>Programma di Sviluppo Rurale della Regione Sardegna 2014/2020 - Regolamento (UE) n. 1305/2013 - Sottomisura 6.4.2 – “Sostegno a investimenti per lo sviluppo di imprese extra-agricole” - Disposizioni</strong></p> </div> </div> </div> </div> <div class="field-data-pubblicazione-bando-wrapper field-wrapper"> <div class="field field-name-field-data-pubblicazione-bando field-type-datetime field-label-inline clearfix"> <div class="field-label">Data pubblicazione: 10 Maggio 2017</div> </div> </div> <div class="field-data-scadenza-bando-wrapper field-wrapper"> <div class="field field-name-field-data-scadenza-bando field-type-datetime field-label-inline clearfix"> <div class="field-label">La presentazione delle domande di sostegno potrà avvenire nel periodo compreso tra le ore 10,00 del 14 settembre e le ore 13,00 del 27 ottobre 2017.</div> </div> </div> <div class="field-tipo-atto-wrapper field-wrapper"> <div class="field field-name-field-tipo-atto field-type-taxonomy-term-reference field-label-inline clearfix"> <div class="field-label"></div> <div class="field-label">Il tipo di intervento 6.4.2 “Sostegno a investimenti per lo sviluppo di imprese extra-agricole” della sottomisura 6.4, prevede un aiuto alle imprese non agricole per la realizzazione di investimenti strutturali (materiali e immateriali) al fine di incentivare la diversificazione dell’economia delle aree rurali attraverso lo sviluppo di attività extra-agricole nelle micro e piccole imprese che operano nelle zone rurali.</div> <div class="field-label"></div> <div class="field-label">La sottomisura contribuisce all’obiettivo tematico 8 “Promuovere l’occupazione sostenibile e di qualità e sostenere la mobilità dei lavoratori” e alla Focus area 6.A) “Favorire la diversificazione, la creazione e lo sviluppo di piccole imprese nonché l’occupazione rurale”, finanziando investimenti nelle micro e piccole imprese non agricole nelle zone rurali che contribuiscono a diversificare l’economia rurale.</div> <div class="field-label"></div> <div class="field-label">I settori di diversificazione interessati sono:</div> <div class="field-label"><ol> <li>Attività legate allo sviluppo del turismo rurale (ospitalità, servizi e attività connesse);</li> <li>Fornitura di servizi sociali compresa la costruzione, ricostruzione e/o ammodernamento dei locali e l'area per lo svolgimento delle attività (assistenza all'infanzia, assistenza agli anziani, assistenza sanitaria, cura per le persone disabili);</li> <li>Attività nell’ambito dei settori di diversificazione dello sviluppo rurale individuati dal Programma di Sviluppo Rurale 2014 – 2020:</li> </ol> <ul> <ul> <li>Bioeconomia: attività produttive ed economiche basate sull’utilizzazione sostenibile di risorse naturali rinnovabili e sulla loro trasformazione in beni e servizi finali o intermedi. Per quanto riguarda la produzione di beni, la bioeconomia consiste in un’attività economica ecocompatibile in cui le risorse provenienti dal settore agricolo e forestale, così come i rifiuti, vengono utilizzati come input per le attività manifatturiere come definite “Classificazione delle attività economiche Ateco 2007”. E’ ammessa anche la produzione di servizi basati sull’utilizzo sostenibile degli input agricoli, mentre sono esclusi dal sostegno della misura i settori dell’agricoltura e la selvicoltura.</li> <li>Ambiente e green economy: attività produttive ed economiche basate sull'utilizzo e valorizzazione dei prodotti forestali, attività di riuso, riduzione degli sprechi e dei consumi energetici e per il riciclo di materiali e prodotti non agricoli. Sono comprese le attività di impresa finalizzate alla valorizzazione e salvaguardia dell’ambiente e alla fornitura di servizi e tecnologie per la riduzione dell’impronta di carbonio, nonché i servizi innovativi per l’aumento dell’efficienza energetica nelle attività economiche e civili. Sono altresì finanziabili le attività economiche finalizzate a favorire l'utilizzo di processi di produzione a basso impatto ambientale e a minor consumo di risorse e le attività per lo sviluppo e implementazione di metodi e strumenti per la valutazione quantitativa degli impatti ambientali indotti dalle tecnologie e dai prodotti innovativi. PSR 2014-2020 - Sottomisura 6.4 - Tipo di intervento 6.4.2 - Bando 2017 1</li> <li>Riduzione degli impatti dei cambiamenti climatici sul territorio: iniziative volte a creare nuovi modelli di business e servizi per ridurre gli impatti dei cambiamenti climatici. Iniziative di impresa che sviluppano servizi e tecnologie in grado di ridurre gli effetti negativi dei cambiamenti climatici sul sistema sociale e produttivo o, viceversa, di mitigare gli impatti delle attività umane sul clima. Le attività possono pertanto contemplare sia servizi e tecnologie per la società e per le istituzioni direttamente interessate alla mitigazione dei cambiamenti climatici, sia servizi per le imprese che soffrono in modo particolare gli impatti fisici dei cambiamenti climatici sia in termini economici che di tutela del territorio. Sono compresi servizi alle imprese e alla collettività per la gestione sostenibile del ciclo dell'acqua, del suolo, della qualità dell'aria, della fauna e della flora.</li> <li>Creatività, cultura e turismo rurale: attività e servizi innovativi di impresa nell’ambito della creatività, della promozione culturale e turistica nei contesti rurali regionali. Sono quindi contemplate nuove attività economiche che ampliano le possibilità di fruizione dell’ospitalità rurale, con approcci caratterizzati da creatività e innovazione atti a valorizzare la cultura del territorio. Le iniziative in questo ambito concorrono a implementare processi di innovazione sociale, poiché la cultura e la creatività e un sistema di servizi innovativi nel turismo rurale possono generare effetti multipli sugli individui così come sulla comunità.</li> <li>Enable local community: condivisione delle conoscenze tradizionali per migliorare le relazioni a livello di comunità locale. Si tratta di attività economiche finalizzate al recupero e alla valorizzazione in chiave innovativa delle conoscenze e delle relazioni locali, attraverso la reintroduzione o rivisitazione in chiave contemporanea di antiche tradizioni e prassi produttive, secondo logiche di valorizzazione economica e di crescita sociale del territorio.</li> <li>Artigianato innovativo: attività artigianali finalizzate ad innovare usi, materiali e prodotti, con il contributo significativo di attività di design, creatività e/o nuovi strumenti informatici. Si tratta di attività economiche che valorizzano le materie prime e il patrimonio artigianale locale, riproponendolo in chiave contemporanea con approcci creativi, innovativi e di design.</li> <li>Servizi TIC: sviluppo di software e servizi digitali in grado di migliorare l’utilizzo delle TIC nelle imprese e nelle famiglie rurali. Si tratta di servizi digitali innovativi di informazione e comunicazione, assenti o scarsamente diffusi sul territorio e a basso impatto ambientale, che migliorino la qualità della vita dei cittadini e la competitività delle imprese rurali. PSR 2014-2020 - Sottomisura 6.4 - Tipo di intervento 6.4.2 - Bando 2017 2 Sono esclusi i servizi informatici e di telecomunicazione di base quali: - i servizi di configurazione e riparazione di computer e altri dispositivi mobili; - i servizi di hosting ed elaborazione dati; - la commercializzazione di prodotti e servizi informatici e di telecomunicazione.</li> <li>Servizi sociali ad alta sostenibilità economica: attività di servizio volte a facilitare l’accesso ai diritti universali e alla salute nelle aree rurali. Si tratta di servizi innovativi per la tutela dei diritti sociali e alle persone, che siano coerenti con i mutevoli bisogni emergenti e consentano di rinnovare il sistema di welfare mix regionale mediante interventi sociali flessibili, efficaci e sostenibili economicamente. Sono contemplati servizi innovativi di assistenza all’infanzia, assistenza agli anziani, assistenza sanitaria e alle persone con disabilità e altri soggetti svantaggiati.</li> </ul> </ul> </div> <div class="field-label"></div> <div class="field-items"> <div class="field-item even"></div> </div> </div> </div>Unicosthttp://www.galmarmilla.it/it-it/opportunita/2017/05/sottomisura-642-–-“sostegno-a-investimenti-per-lo-sviluppo-di-imprese-extra-agricole”.aspx2017-05-10T00:00:00PSR - Sottomisura 6.2 – “Aiuti all’avviamento di attività imprenditoriali per attività extra-agricole nelle zone rurali"http://www.galmarmilla.it/it-it/opportunita/2017/05/sottomisura-62-–-“aiuti-all’avviamento-di-attività-imprenditoriali-per-attività-extra-agricole-nelle-zone-rurali.aspx<div class="field-title-wrapper field-wrapper"> <div class="field field-name-title field-type-ds field-label-hidden"> <div class="field-items"> <div class="field-item even"> <p><strong>Programma di Sviluppo Rurale della Regione Sardegna 2014/2020 - Regolamento (UE) n. 1305/2013 - Sottomisura 6.2 – “Aiuti all’avviamento di attività imprenditoriali per attività extra-agricole nelle zone rurali"</strong></p> </div> </div> </div> </div> <div class="field-data-pubblicazione-bando-wrapper field-wrapper"> <div class="field field-name-field-data-pubblicazione-bando field-type-datetime field-label-inline clearfix"> <div class="field-label">Data pubblicazione: zone rur</div> <div class="field-items"> <div class="field-item even"><span class="date-display-single">10 Maggio 2017</span></div> </div> </div> </div> <div class="field-data-scadenza-bando-wrapper field-wrapper"> <div class="field field-name-field-data-scadenza-bando field-type-datetime field-label-inline clearfix"> <div class="field-label"></div> <div class="field-label">La presentazione delle domande di sostegno potrà avvenire nel periodo compreso tra le ore 10,00 del 14 settembre e il 27 ottobre 2017.</div> <div class="field-label"></div> <div class="field-label">La sottomisura 6.2 “Aiuti all’avviamento di attività imprenditoriali per attività extra-agricole nelle zone rurali” sostiene con un aiuto forfettario la nascita di micro e piccole imprese che hanno come oggetto della propria attività lo sviluppo, la produzione e la commercializzazione di prodotti o servizi innovativi nell’ambito dei settori di diversificazione chiave ed emergenti dell’economia rurale. La sottomisura 6.2 contribuisce direttamente alla Priorità (6) del Programma di sviluppo rurale "Promuovere l'inclusione sociale, la riduzione della povertà e lo sviluppo economico nelle zone rurali" e, in particolare, alla Focus area (6A) “Favorire la diversificazione, la creazione e lo sviluppo di piccole imprese nonché dell’occupazione.” L’aiuto è concesso previa presentazione e approvazione di un piano aziendale, che descriva in modo accurato i servizi o i prodotti innovativi che si intendono offrire, le tappe e gli obiettivi previsti per l’avviamento della nuova micro o piccola impresa, nonché gli investimenti materiali e immateriali e i costi di gestione necessari alla realizzazione degli obiettivi di sviluppo aziendale per i quali il beneficiario richiede un sostegno finanziario.</div> <div class="field-label"></div> <div class="field-label">Il sostegno è concesso per l’avvio di attività ricadenti in uno o più dei seguenti settori di diversificazione:</div> <div class="field-label"> <ul> <li>Bioeconomia: attività produttive ed economiche basate sull’utilizzazione sostenibile di risorse naturali rinnovabili e sulla loro trasformazione in beni e servizi finali o intermedi. Per quanto riguarda la produzione di beni, la bioeconomia consiste in un’attività economica ecocompatibile in cui le risorse provenienti dal settore agricolo e forestale, così come i rifiuti, vengono utilizzati come input per le attività manifatturiere come definite “Classificazione delle attività economiche Ateco 2007”. E’ ammessa anche la produzione di servizi basati sull’utilizzo sostenibile degli input agricoli, mentre sono esclusi dal sostegno della misura i settori dell’agricoltura e la selvicoltura.</li> <li>Ambiente e green economy: attività produttive ed economiche basate sull'utilizzo e valorizzazione dei prodotti forestali, attività di riuso, riduzione degli sprechi e dei consumi energetici e per il riciclo di materiali e prodotti non agricoli. PSR 2014-2020 - Sottomisura 6.2 - Bando 2017 6 Sono quindi comprese le attività di impresa finalizzate alla valorizzazione e salvaguardia dell’ambiente e alla fornitura di servizi e tecnologie per la riduzione dell’impronta di carbonio, nonché i servizi innovativi per l’aumento dell’efficienza energetica nelle attività economiche e civili. Sono altresì finanziabili le attività economiche finalizzate a favorire l'utilizzo di processi di produzione a basso impatto ambientale e a minor consumo di risorse e le attività per lo sviluppo e implementazione di metodi e strumenti per la valutazione quantitativa degli impatti ambientali indotti dalle tecnologie e dai prodotti innovativi.</li> <li>Riduzione degli impatti dei cambiamenti climatici sul territorio: iniziative volte a creare nuovi modelli di business e servizi per ridurre gli impatti dei cambiamenti climatici. Iniziative di impresa che sviluppano servizi e tecnologie in grado di ridurre gli effetti negativi dei cambiamenti climatici sul sistema sociale e produttivo o, viceversa, di mitigare gli impatti delle attività umane sul clima. Le attività possono pertanto contemplare sia servizi e tecnologie per la società e per le istituzioni direttamente interessate alla mitigazione dei cambiamenti climatici, sia servizi per le imprese che soffrono in modo particolare gli impatti fisici dei cambiamenti climatici sia in termini economici che di tutela del territorio. Sono quindi compresi:</li> <ul> <li>servizi alle imprese e alla collettività per la gestione sostenibile del ciclo dell'acqua, del suolo, della qualità dell'aria, della fauna e della flora;</li> <li>nuove attività economiche che ampliano le possibilità di fruizione delle aree rurali, con approcci caratterizzati da creatività e innovazione atti a valorizzare la cultura del territorio.</li> </ul> </ul>           Le start-up in questo ambito concorrono a implementare processi di innovazione     sociale, poiché la cultura e la creatività e un sistema di servizi innovativi nel turismo rurale possono generare effetti multipli sugli individui così come sulla comunità.<br /> <ul> <li>Creatività, cultura e turismo rurale: attività e servizi innovativi di impresa nell’ambito della creatività, della promozione culturale e turistica nei contesti rurali regionali. Sono quindi contemplate nuove attività economiche che ampliano le possibilità di fruizione dell’ospitalità rurale, con approcci caratterizzati da creatività e innovazione atti a valorizzare la cultura del territorio. Le start-up in questo ambito concorrono a implementare processi di innovazione sociale, poiché la cultura e la creatività e un sistema di servizi innovativi nel turismo rurale possono generare effetti multipli sugli individui così come sulla comunità.</li> <li>Enable local community: condivisione delle conoscenze tradizionali per migliorare le relazioni a livello di comunità locale. PSR 2014-2020 - Sottomisura 6.2 - Bando 2017 7 Si tratta di attività economiche finalizzate al recupero e alla valorizzazione in chiave innovativa delle conoscenze e delle relazioni locali, attraverso la reintroduzione o rivisitazione in chiave contemporanea di antiche tradizioni e prassi produttive, secondo logiche di valorizzazione economica e di crescita sociale del territorio.</li> <li>Artigianato innovativo: attività artigianali finalizzate ad innovare usi, materiali e prodotti, con il contributo significativo di attività di design, creatività e/o nuovi strumenti informatici. Si tratta di attività economiche che valorizzano le materie prime e il patrimonio artigianale locale, riproponendolo in chiave contemporanea con approcci creativi, innovativi e di design.</li> <li>Servizi TIC: sviluppo di software e servizi digitali in grado di migliorare l’utilizzo delle TIC nelle imprese e nelle famiglie rurali. Si tratta di servizi digitali innovativi di informazione e comunicazione, assenti o scarsamente diffusi sul territorio e a basso impatto ambientale, che migliorino la qualità della vita dei cittadini e la competitività delle imprese rurali. Sono esclusi i servizi informatici e di telecomunicazione di base quali:</li> <ul> <li>i servizi di configurazione e riparazione di computer e altri dispositivi mobili;</li> <li>i servizi di hosting ed elaborazione dati;</li> <li>la commercializzazione di prodotti e servizi informatici e di telecomunicazione.</li> </ul> <li>Servizi sociali ad alta sostenibilità economica: attività di servizio volte a facilitare l’accesso ai diritti universali e alla salute nelle aree rurali. Si tratta di servizi innovativi per la tutela dei diritti sociali e alle persone, che siano coerenti con i mutevoli bisogni emergenti e consentano di rinnovare il sistema di welfare mix regionale mediante interventi sociali flessibili, efficaci e sostenibili economicamente. Sono contemplati servizi innovativi di assistenza all’infanzia, assistenza agli anziani, assistenza sanitaria e alle persone con disabilità e altri soggetti svantaggiati.</li> </ul> La presente sottomisura non può finanziare, in nessun caso, attività di produzione agricola e forestale.</div> </div> </div>Unicosthttp://www.galmarmilla.it/it-it/opportunita/2017/05/sottomisura-62-–-“aiuti-all’avviamento-di-attività-imprenditoriali-per-attività-extra-agricole-nelle-zone-rurali.aspx2017-05-10T00:00:00PSR - Sottomisura 6.4.1 – “Sostegno a investimenti nelle aziende agricole per la diversificazione e sviluppo di attività extra-agricole”http://www.galmarmilla.it/it-it/opportunita/2017/05/sottomisura-641-“sostegno-a-investimenti-nelle-aziende-agricole-per-la-diversificazione-e-sviluppo-di-attività-extra-agricole”.aspx<p>Programma di Sviluppo Rurale della Regione Sardegna 2014/2020 - Regolamento (UE) n. 1305/2013 - Sottomisura 6.4.1 – “Sostegno a investimenti nelle aziende agricole per la diversificazione e sviluppo di attività extra-agricole”</p> <p><span>La presentazione delle domande di sostegno potrà avvenire tra le ore 10,00 del 14 settembre e le ore 13,00 del 27 ottobre 2017.</span></p> <p><span>La sottomisura 6.4.1 del Programma di Sviluppo Rurale 2014/2020 (“Sostegno a investimenti nelle aziende agricole per la diversificazione e sviluppo di attività extra-agricole”), finanzia le imprese agricole che intendono realizzare investimenti (materiali e immateriali) finalizzati a diversificare l’attività agricola principale verso attività collegate e complementari (multifunzionalità) che consentano all’impresa stessa di integrare il reddito aziendale anche con un coinvolgimento diretto dei membri della famiglia rurale come soggetti imprenditoriali.</span></p> <p><span>Beneficiari del presente Bando sono gli imprenditori agricoli di cui all’articolo 2135 del codice civile.</span></p> <p><span>Interventi ammissibili:</span></p> <p><strong>1. Investimenti per la creazione e lo sviluppo dell’ospitalità agrituristica ivi compreso l’agricampeggio. Sono finanziabili gli investimenti relativi alle attività agrituristiche di cui all’art. 3 della legge regionale 11 maggio 2015, n. 11: </strong></p> <p><span>a) fornitura di alloggio in appositi locali aziendali; </span></p> <p><span>b) ospitalità in spazi aziendali aperti destinati alla sosta di campeggiatori, roulotte e caravan; </span></p> <p><span>c) somministrazione di alimenti e bevande; </span></p> <p><span>d) organizzazione di degustazioni di prodotti aziendali e territoriali; </span></p> <p><span>e) organizzazione delle seguenti attività:</span></p> <p><span>- attività didattiche e culturali finalizzate alla riscoperta del patrimonio enogastronomico, etnoantropologico e artigianale regionale; - attività di pratica sportiva, pesca sportiva, escursionismo e attività affini; </span></p> <p><span>- altre attività ricreative in genere. </span></p> <p><span>Possono essere ammessi al sostegno anche gli interventi da effettuarsi nell’abitazione dell’imprenditore agricolo a condizione che si rispettino le prescrizioni dell’articolo 5, comma 3 della L. R. 11/2015. L’abitazione dell’imprenditore è quella in cui lo stesso dimora abitualmente (residenza). Non sono ammissibili gli interventi sulle parti interne del fabbricato e/o sugli spazi all’aperto adibiti ad uso esclusivo dell’imprenditore e della sua famiglia. Gli investimenti possono essere proposti da soggetti che intendono svolgere ex novo un’attività agrituristica o che intendano sviluppare un’attività agrituristica già esistente. </span></p> <p><span><strong>2. Investimenti per la realizzazione di piccoli impianti aziendali di trasformazione e/o di spazi attrezzati per la vendita di prodotti aziendali non compresi nell’Allegato I del Trattato.</strong> </span></p> <p><span>Sono finanziabili tutti gli investimenti finalizzati allo svolgimento in azienda di attività di trasformazione che, tramite l’utilizzo prevalente di materie prime aziendali, portino all’ottenimento di prodotti aziendali non compresi nell’allegato I del Trattato. </span></p> <p><span><strong>3. Investimenti per la realizzazione di spazi aziendali attrezzati per il turismo a cavallo o con gli asini, compresi quelli per il ricovero, la cura e l’addestramento degli animali, con esclusione di quelli volti ad attività di addestramento ai fini sportivi.</strong> </span></p> <p><span>Sono finanziabili i seguenti investimenti: </span></p> <p><span>a) Sistemazione e/o realizzazione ex novo di sentieri e percorsi aziendali per il turismo a cavallo e/o con gli asini; </span></p> <p><span>b) Realizzazione, mediante riconversione di locali esistenti o costruzione ex novo, di locali da adibire a: - scuderie; - locale infermeria per gli animali; - spazi attrezzati per la ferratura; - servizi igienico-sanitari per gli ospiti (qualora non siano già presenti in azienda); </span></p> <p><span>c) Paddock; </span></p> <p><span>d) Tondino di esercizio; </span></p> <p><span>e) Acquisto di attrezzature e arredi necessari alla funzionalità delle strutture. </span></p> <p><span>Le attività possono essere svolte con animali dell’azienda agricola e, nel caso in cui l’azienda fornisca servizi di pernottamento, anche con animali di proprietà dei clienti. Nel caso di attività turistica a cavallo o con asini che prevede l’utilizzo di animali dell’azienda agricola, è necessario avere in dotazione capi equini (con esclusione di quelli ad orientamento produttivo “Ippico”), asinini e/o ibridi adulti, iscritti all’anagrafe zootecnica del Sistema Informativo Veterinario (BDN) e alla Banca Dati Equidi (BDE) - di cui al comma 15, articolo 8 del D. L. 30.04.2003, n. 147, convertito in legge 1 agosto 2003, n. 200. </span></p> <p><span><strong>4. Investimenti per la realizzazione di spazi aziendali attrezzati per lo svolgimento di attività didattiche e/o sociali in fattoria</strong>. </span></p> <p><span>Sono finanziabili tutti gli investimenti finalizzati allo svolgimento delle attività di “Fattoria didattica” e/o “Fattoria sociale” di cui, rispettivamente, agli articoli 16 ed 18 della legge regionale 11 maggio 2015, n. 11. </span></p> <p><strong>5. Investimenti per la riqualificazione delle strutture e del contesto paesaggistico nelle aziende agricole che offrono servizi agrituristici e/o didattici e/o sociali. </strong></p> <p><span>Sono finanziabili gli investimenti volti alla riqualificazione architettonica esterna delle strutture aziendali, diverse da quelle destinate all’attività agrituristica e/o didattica e/o sociale svolta in azienda, e gli interventi di riqualificazione del contesto paesaggistico circostante: </span></p> <p><span>a) sistemazione delle facciate, in caso di non finito edile, con esclusione di opere di manutenzione ordinaria e straordinaria; </span></p> <p><span>b) adeguamento estetico delle coperture, in caso di sostituzione di tetti in cemento-amianto o di realizzazione di coperture con materiali tradizionali (coppi, ecc.); </span></p> <p><span>c) cortili, piazzali e recinti adiacenti i fabbricati oggetto dell’intervento. </span></p> <p> </p> <p><span>Non è consentita la realizzazione di opere ex novo, ma solo la riqualificazione di quelle esistenti. Tutti gli investimenti, per poter essere considerati ammissibili, devono essere conformi alla normativa comunitaria applicabile agli stessi. I macchinari e le attrezzature devono rispettare i requisiti minimi di sicurezza per l’uso delle attrezzature di lavoro previsti nell’allegato V del Decreto L.gs n. 81/08.</span></p> <p><span>Inoltre, non possono beneficiare del sostegno gli interventi per i quali l’azienda ha già ottenuto, al medesimo titolo, contributi pubblici.</span></p>Unicosthttp://www.galmarmilla.it/it-it/opportunita/2017/05/sottomisura-641-“sostegno-a-investimenti-nelle-aziende-agricole-per-la-diversificazione-e-sviluppo-di-attività-extra-agricole”.aspx2017-05-10T00:00:00GIORNATA MONDIALE VITTIME AMIANTOhttp://www.galmarmilla.it/it-it/eventi-e-manifestazioni/2017/04/giornata-mondiale-vittime-amianto.aspx<p>Il <em>Comune di Turri</em>, Le Associazioni Onlus <em>AIEA</em> e <em>Medicina Democratica</em>, tramite lo <em>Sportello Amianto Nazionale</em>, con il patrocinio del <em>Coordinamento Nazionale Amianto</em> e la collaborazione di tutte le asociazioni che costituiscono il CNA, in occasione della giornata mondiale vittime dell’amianto Organizzano Una campagna di sensibilizazzione sui temi della salute e della sicurezza attraverso la proiezione di un video-documentario dal titolo <em>I VAJONT</em> con la partecipazione di un esperto del settore</p> <p>Venerdi 28 aprile, ore 18.00 - Aula magna ex scuole medie</p>Unicosthttp://www.galmarmilla.it/it-it/eventi-e-manifestazioni/2017/04/giornata-mondiale-vittime-amianto.aspx2017-04-28T00:00:00Seminario di lancio del Progetto PROMETEAhttp://www.galmarmilla.it/it-it/eventi-e-manifestazioni/2017/04/seminario-di-lancio-del-progetto-prometea.aspx<p><span>Venerdì 21 aprile 2017 con inizio alle ore 9:00, negli spazi 'Lo Quarter' di Alghero, sarà presentato PROMETEA, un progetto di promozione della multifunzionalità del settore agro-turistico finanziato dal Programma di cooperazione transfrontaliera Interreg Marittimo Italia-Francia 2014-2020. </span><br /><br /><span>Obiettivo di PROMETEA è quello di supportare la capacità di attrazione dei territori attraverso la promozione, in chiave innovativa, delle specificità e dei saperi locali legati al cibo e al settore agro-alimentare, partendo dall'integrazione fra sistemi costieri, urbani e rurali. </span><br /><br /><span>ll progetto, in particolare, si rivolge alle </span>micro, piccole e medie imprese del settore agro-turistico<span> con l'obiettivo di accrescerne la competitività esaltandone caratteri di </span>multifunzionalità, differenziazione produttiva, sostenibilità e innovazione sociale <span>con il coinvolgimento delle imprese del settore, le loro associazioni, i tour operators, i rural users, università e istituti di ricerca, Gruppi di Azione Locale, istituzioni pubbliche, associazioni sportive e ludiche. </span><br /><br /><span>I </span>partner <span>del progetto sono: Regione Toscana in veste di capofila, Agenzia Laore Sardegna, Agenzia delle città e dei territori sostenibili del Mediterraneo (Avitem, Marsiglia), Consorzio universitario di ingegneria per la qualità e l'innovazione (QUINN, Toscana), Dipartimento di scienze della natura e del territorio dell'Università di Sassari e Camera di commercio della Corsica del Sud (CCIAS, Ajaccio). </span></p>Unicosthttp://www.galmarmilla.it/it-it/eventi-e-manifestazioni/2017/04/seminario-di-lancio-del-progetto-prometea.aspx2017-04-17T00:00:00Aggiornamento Attrattori di Valenza ambientale, paesaggistica e culturale e attività ricettive e di ristorazionehttp://www.galmarmilla.it/it-it/news-ed-avvisi/2017/04/grandi-attrattori-e-attività-ricettive.aspx<p>Il GAL Marmilla informa che intende aggiornare nel proprio sito web gli <strong>Attrattori di Valenza ambientale, paesaggistica e culturale di interesse pubblico gestiti</strong> e gli elenchi delle <strong>attività ricettive e di ristorazione </strong>dei 43 Comuni area GAL.</p> <p>Le informazioni raccolte saranno utili a comprendere e ad evidenziare meglio la tipologia e le potenzialità e le possibili iniziative da mettere in atto per la loro valorizzazione.</p> <p>Le schede devono pervenire al Gal Marmilla<strong> entro le ore 13,00 del 30 maggio 2017</strong>.</p> <p> </p> <p> </p> <p><a href="/media/263513/Nota-Grandi-Attrattori.pdf">Nota grandi attrattori</a></p> <p><a href="/media/263525/Trasmissione-Scheda-Aggiornamento-Grandi-Attrattori-3.rtf">Scheda aggiornamento grandi attrattori</a></p> <p> </p> <p><a href="/media/263509/Nota-Attività-Ricettive.pdf">Nota attività ricettive</a></p> <p><a href="/media/263521/SCHEDA-ATTIVITA-RICETTIVE.rtf">Scheda attività ricettive</a></p> <p><a href="/media/263517/SCHEDA-ATTIVITA-DI-RISTORAZIONE.rtf">Scheda attività di ristorazione</a></p>Unicosthttp://www.galmarmilla.it/it-it/news-ed-avvisi/2017/04/grandi-attrattori-e-attività-ricettive.aspx2017-04-14T00:00:00RURALIA - AGROALIMENTARE, DIGITAL E TURISMO"http://www.galmarmilla.it/it-it/eventi-e-manifestazioni/2017/04/ruralia-agroalimentare,-digital-e-turismo.aspx<div> <div> <p>SABATO 22 APRILE 2017 alle ore 9 da Hub and Spoke, a Cagliari in via Roma 235, è in programma una giornata dedicata a incontri e confronti sulla comunicazione tra tessuto rurale, turismo e nuove tecnologie. L'evento si chiama <span style="text-decoration: underline;">"RURALIA | AGROALIMENTARE, DIGITAL E TURISMO"</span>. Con questo incontro vorremo aiutare gli attori target a creare reti di sviluppo tra imprese e offrire una panoramica sulle tante buone pratiche digitali dedicate alla promozione dell'agroalimentare in Sardegna e non solo.</p> </div> <div> <p> </p> </div> <div> <p>Sarà una grande tavola rotonda con un momento di ascolto e uno di discussione e proposta. Dopo una nostra breve introduzione, nel corso della quale Carlo Zucca vi racconterà come la piattaforma <a href="http://qualityfind.it/">qualityfind.it</a> potrà essere utile al vostro business, dedicheremo il resto della mattina agli interventi di professionisti e imprenditori del settore che condivideranno con noi la loro esperienza:</p> </div> <blockquote> <div> <ul> <li>Riccardo Porta del Panificio Porta ci parlerà delle PAT (produzioni agroalimentari tradizionali) di dolci e pani in Sardegna</li> <li>Alessandra Guigoni - antropologa culturale - racconterà il patrimonio materiale e immateriale agroalimentare sardo tra tradizione, innovazione e retroinnovazione</li> <li>Rossella Lupo di Sin Elite Group ci parlerà delle potenzialità degli strumenti digital per il turismo enogastronomico</li> <li>Giuseppe Melis, docente di Economia e Gestione dei servizi turistici dell'Università di Cagliari, ci parlerà dell'influenza del digital sui comportamenti turistici</li> <li>Francesco Lai, dell'Ordine degli Agronomi della provincia di Cagliari, approfondirà il tema della digitalizzazione nell'ambito del PSR;</li> <li>Alberto Sanna, chef del ristorante Il Campidano di Samassi ci aiuterà ad approfondire il tema del digital nell'ambito della ristorazione, come leva di sviluppo per conoscere le eccellenze agroalimentari del nostro territorio.</li> <li>Stefano Mameli, segretario di Confartigianato Imprese Sardegna, parlerà di un importante strumento per gli artigiani delle tradizioni agroalimentari: la convenzione QualityFind/Confartigianato</li> </ul> </div> </blockquote> <div> <p>Il pomeriggio - dalle 15 alle 17 - sarà interamente dedicato alle imprese, con un incontro di progettazione partecipata nel corso del quale produttori e ristoratori si confronteranno su bisogni e obiettivi, anche in tema di digital per l'agroalimentare, e in relazione all'iscrizione alla piattaforma <a href="http://qualityfind.it/">qualityfind.it</a>. Per partecipare all'incontro sarà necessario iscriversi tramite questo link: <a href="http://www.qualityfind.it/ruralia/">http://www.qualityfind.it/ruralia/</a></p> </div> </div> <div> <p>22 aprile alle ore 9 da Hub and Spoke, a Cagliari in via Roma 235</p> </div>Unicosthttp://www.galmarmilla.it/it-it/eventi-e-manifestazioni/2017/04/ruralia-agroalimentare,-digital-e-turismo.aspx2017-04-12T00:00:00