Masullas

Masullas

ultimo aggiornamento: 04 giugno 2015

Testo pù grandeTesto più piccoloprint

Condividi su:

   
 
 

Sindaco: Mansueto Sinni (dal 31/05/2015)
Abitanti: 1.152 (statistiche ISTAT 2011)
Posizione: 39°42'7" N - 08°47'6" E
Altitudine s.l.m.: 129 mt
Superfice: 18,90 kmq
Codice Istat: 095026
Codice Catastale: F050
Cap: 09090
Patrono: Madonna delle Grazie (2 Luglio)

Il piccolo paese di Masullas si trova all’interno del Parco Regionale del Monte Arci a ridosso di una collina che lo protegge dal frequente vento di maestrale. Nei pressi del paese si trovano le cave marnose-arenacee da cui si estrae il materiale con cui si realizzano le abitazioni locali, caratterizzate dalla pietra a vista.

La storia di Masullas è molto antica, come dimostrano i monumenti pre-nuragici che costellano il suo territorio. Sono presenti anche numerosi resti di nuraghi, tra i quali Su Pàra, Mustazzori, Onigu, Bissanticcu, e Corongiu Arrubiu.

Il territorio di Masullas è compreso nel Parco Geominerario, Storico e Ambientale della Sardegna, dichiarato il primo Parco Geominerario al mondo ed inserito nella rete Geoparks dell’UNESCO. Di grande importanza è l’area di “Conca Cannas”, dove sono ubicati grandi giacimenti di perlite e ossidiana, l'oro nero della Sardegna. Nelle campagne circostanti sono state rinvenuti affioramenti di pietre pregiate, quali corniole, ametiste, quarzi e agate. Inoltre, lungo la SS 442 è stato ritrovato un singolare blocco di pietra, probabilmente un affioramento lavico di origine sottomarina, chiamato la “Perda Sperrada”. Il suo nome deriva dalla spaccatura perfetta che presenta sulla sua superficie, generatasi per cause naturali. Leggenda vuole che la questo curioso masso in origine fosse un maiale poi trasformato in pietra e spaccato con un calcio da Luxia Arrabiosa, personaggio leggendario del Monte Arci.

Masullas ha dedicato alle sue ricchezze naturali il Geomuseo del Monte Arci, allestito nel convento secentesco dei cappuccini: la collezione esposta comprende circa 1800 campioni di fossili animali in prevalenza sardi e alcune varietà di fossili vegetali.

Tra le manifestazioni tradizionali di Masullas vi sono i festeggiamenti del 19 Gennaio, giorno in cui si accendono i falò in onore di San Sebastiano; la festa della patrona, “Sa Gloriosa”, il 2 luglio con la processione e sfilata di costumi tradizionali, cavalieri e traccas (i carri a buoi addobbati); la festa in onore di “San Francesco” il 4 Ottobre ed il 12 e 13 Dicembre la festa in onore di Santa Lucia.

A inizio novembre si volge invece la Sagra del melograno, con dolci e liquori preparati con questo gustoso frutto.

Sito ufficiale del Comune di Masullas: www.comune.masullas.or.it 

Fonti
Statistiche ISTAT 2011:  http://demo.istat.it
www.comune.masullas.or.it
http://www.sardegnaturismo.it/it/punto-di-interesse/masullas
www.geomuseomontearci.it

Dove alloggiare
DenominazioneIndirizzoContatto
B&B da Antero e AngelaVia S.Satta 93805320038
B&B da CristinaVia Nazionale 26360357959
Punti di ristoro
DenominazioneIndirizzoContatto
Da Giando bar tavola caldaVia Nazionale 1310783461109
Ristorante Pizzeria snack bar Taraxilocalità Taraxi3479143726