Pompu

Pompu

ultimo aggiornamento: 29 maggio 2013

Testo pù grandeTesto più piccoloprint

Condividi su:

   
 
 

Sindaco: Marco Atzei (dal 16/06/2008)
Abitanti: 282 (statistiche ISTAT 2011)
Posizione: 39°43'32" N - 08°47'50" E
Altitudine s.l.m.: 147 m
Superfice: 5,10 kmq
Codice Istat: 095042
Codice Catastale: G817
Cap: 09095
Patrono: San Sebastiano (20 Gennaio)

Pompu è un piccolo paese situato nella valle del Riu Laccus (o Riu de Pompu), tra colline di marna in cui spicca il Monte Futtu. Di notevole interesse geologico sono le rocce basali del vicino Monte Arci dove si ritrovano minerali quali agate, corniole e ametiste.

Le prime testimonianze della presenza umana nel territorio di Pompu risalgono al periodo neolitico. Al confine con il comune di Morgongiori si trova il complesso archeologico di "Prabanta", con l'imponente menhir e la necropoli a domus de janas di "Su Forru de Luxia Arrabiosa". Inoltre, sono state ritrovate ben sette stazioni e tre officine per la lavorazione dell'ossidiana, il cosiddetto “Oro nero della Sardegna”.

Il complesso megalitico di Santu Miali si erge invece a dominio di tutta la zona circostante ed è uno splendido esempio di nuraghe complesso costruito con blocchi in arenaria chiara perfettamente squadrati. Gli scavi hanno riportato alla luce una grande quantità di materiali, tra i quali numerose lanterne di epoca tardo-antica, che confermano l’uso del nuraghe come luogo di culto, probabilmente dedicata a Cerere, la dea delle messi.

La vitalità della zona è confermata anche dalla presenza di materiali databili all’età punica e di una tomba romana nota come "Su laccu de su Meli". 

La parrocchiale del paese è intitolata a San Sebastiano, di moderna costruzione custodisce al suo interno la statua di San Sebastiano e la statua di San Giorgio che combatte il drago a cavallo, entrambe risalenti al 1700. Pompu possedeva una chiesa più antica intitolata a San Sebastiano che divenne ben presto parrocchiale ma che crollò nelle sue stesse fondamenta nel 1865. La statua del Santo patrono venne così portata nell’antica chiesa di Santa Maria di Monserrato sulla collina fino a quando non venne edificata la nuova chiesa dedicata al patrono. 

Le celebrazioni in onore di San Sebastiano iniziano il 19 gennaio di ogni anno. Durante la notte si provvede all'accensione del grande fuoco e il 20 si porta la statua del Santo in processione, per poi benedire il grande falò nella piazza principale del paese.

Il 25 aprile si festeggia invece il patrono dei contadini, San Giorgio. Il Santo viene portato in processione per le vie del paese accompagnato da trattori che per l'occasione vengono addobbati con tappeti, arazzi e bisacce. 

Sito ufficiale del Comune di Pompu:  www.comune.pompu.or.it 

Fonti
Statistiche ISTAT 2011:  http://demo.istat.it
www.comune.pompu.or.it 
www.sardegnaturismo.it/it/punto-di-interesse/pompu