Tuili

Tuili è un piccolo centro della Sardegna, situato ai piedi dell'altopiano della Giara omonima.

Nel Museo di Cagliari sono oggi conservate numerose testimonianze degli insediamenti prenuragici rinvenute nella zona.

Sul ciglio della Giara, a pochi chilometri dal centro abitato si trova la località Santa Elisa, in cui agli inizi del Novecento fu rinvenuta un'officina per la lavorazione dell'ossidiana risalente al Neolitico antico (6.000-4.600 a.C.). Non mancano resti di epoca punico-fenicia in zona Nuridda, mentre nella zona Santa Elisabetta si notano resti di un insediamento risalente ad epoca romana. A differenza dei centri vicini, a Tuili è possibile notare una netta distinzione tra la casa del ricco proprietario, la casa a corte e la umile casa contadina. La casa padronale, spesso di antica nobiltà spagnola, presenta i caratteri tipici delle strutture della zona, ma con una cura dei particolari finalizzata a esplicitare lo status sociale dell'abitante.

La bianca chiesa di Sant'Antonio Abate è costruita invece con una architettura di stile spagnolo coloniale, avvolta da uno scenografico recinto su cui sono addossati i portali (lollas) tipici della tradizione.  

Nel centro storico si possono ammirare alcuni eleganti edifici in stile neoclassico, come Villa Pitzalis, progettata da Gaetano Cima, e Villa Asquer.

Da qualche anno Tuili organizza in primavera la Sagra de Su Pai Arrubiu, una particolare varietà di pane “civraxiu”, colorato di rosso dall’impasto composto da buccia di arancia, uva passa e zafferano. Nato come ex-voto, secondo le antiche usanze Su Pai Arrubiu veniva portato in chiesa come ringraziamento al Santo per le grazie ricevute.  

Dal 1999 Tuili ospita il Parco “Sardegna in miniatura”, un’area di 50.000 mq situata nella vallata sottostante la Giara di Tuili, nella quale sono stati riprodotti in scala i monumenti più rappresentativi della Sardegna. Per la preziosità dei materiali, l’uso sapiente delle tinte ed il rigore scientifico nel riprodurre dettagli e proporzioni le miniature si configurano come delle vere e proprie opere d’arte in miniatura. Il parco comprende anche un planetario, il museo dell’Astronomia ed un percorso botanico nel quale ammirare e conoscere le specie più rappresentative della tipica macchia mediterranea sarda.

Sito ufficiale del Comune di Tuili: www.comune.tuili.vs.it

Fonti
Statistiche ISTAT 2011:  http://demo.istat.it
www.comune.tuili.vs.it
www.sardegnaturismo.it/it/punto-di-interesse/tuili

© GalMarmilla