Opportunità

Comunicare il rurale con il concorso 100 giorni al WED

18 marzo 2014

Testo pù grandeTesto più piccoloprint

Condividi su:

   
 
 

Comunicare il mondo rurale in maniera creativa è la nuova iniziativa promossa dalla Rete Rurale Nazionale con il patrocinio anche dell’Assessorato Agricoltura della Regione Sardegna. 

L’obiettivo è incoraggiare le nuove generazioni non solo a tutelare e non sprecare i beni collettivi del nostro territorio rurale, ma anche a trarre ispirazione e slancio creativo nel pensare ad un futuro più sostenibile, che possa sostenere la permanenza dei giovani nelle aree rurali 
I temi per i quali è possibile presentare la propria idea innovativa sono: 

• spreco zero (risparmio e conservazione delle risorse alimentari e naturali: cibo, acqua, energia, suolo) 
• paesaggio, bellezza e creatività 
• nutrire il pianeta, energia per la vita 

Temi in linea con i valori promossi nell’ambito della settimana Unesco di educazione allo sviluppo sostenibile (paesaggio, bellezza e creatività), con la strategia di Europa 2020 (crescita sostenibile, intelligente e inclusiva) e con gli obiettivi di Expo 2015 (qualità e sicurezza dell’alimentazione, valorizzare le tradizioni alimentari, ricerca e innovazione). 

I partecipanti dovranno cogliere ed interpretare in modo efficace ed originale il tema prescelto attraverso uno scatto fotografico e un post (massimo 140 caratteri). La partecipazione al concorso è gratuita e valida fino al 10 aprile 2014, data ultima per la presentazione delle opere. 

Quattro i premi in palio, oltre alle menzioni speciali: 
• Una macchina fotografica Reflex (del valore di 500 euro) per il primo classificato, nell’ambito di ciascuna delle 3 categorie tematiche; 
• Un premio del valore di 300 euro per l’autore dell’elaborato più votato on-line. 

La cerimonia di premiazione avverrà il 4 giugno. In tale occasione sarà allestita una mostra degli elaborati che hanno partecipato al concorso. 

pda

Fotogallery

Parte Montis: Gonnostramatza - Masullas - Mogoro - Pompu - Siris

Parte Montis: Gonnostramatza - Masullas - Mogoro - Pompu - Siris