Rassegna Stampa

Per la valorizzazione del paesaggio rurale

23 giugno 2013

Testo pù grandeTesto più piccoloprint

Condividi su:

   
 
 

da Nuovo Cammino n°12-2013 del 23 Giugno 2013 di Stefania Podda

Gal Marmilla: promozione e sviluppo di un vasto territorio

Il Gal Marmilla, costituito nel 2009, è una società consortile che mira alla valorizzazione del paesaggio rurale e del capitale identitario oltreché all'accrescimento del settore imprenditoriale e turistico del territorio della Marmilla. La sua area d'intervento comprende ben 44 comuni contigui a cavallo tra le province di Oristano e del Medio Campidano estendendo i suoi confini fino a lambire il Sarcidano. Il territorio di competenza del Gal Marmilla dominato dalla pastorizia e dalle coltivazioni cerialicole si contraddistingue per le sue prevalenti caratteristiche rurali ma anche per la presenza di risorse ambientali di pregio. Tuttavia sono le risorse culturali a rappresentare il vero punto di forza di questo territorio in termini di sistema culturale integrato da valorizzare. Infatti, proprio in Marmilla sono fruibili numerosi siti archeologici, musei, parchi naturali, chiese antiche, case tradizionali e case museo insieme ad un ricco patrimonio di cultura demoantropologico. A tal proposito, degni di nota risultano (solo per citarne alcuni), su Nuraxi di Barumini (Patrimonio Mondiale Unesco), la valle dei Menhir's di Villa Sant’Antonio (in cui svetta il menhir di Cuccuru Tundu) e i numerosi menhir's dislocati lungo tutta l'area in questione (Asuni, Nureci, Morgongiori, Senis e Pompu). Sono, inoltre, numerosi i progetti promossi dal Gal Marmilla e tra questi rientra quello intitolato “giovani e sviluppo rurale”. Il progetto ha come destinatari principali gli studenti delle scuole medie inferiori dei comuni del Gal che dovranno cimentarsi sui temi dell’identità territoriale attraverso la presentazione di testi e racconti, i più significativi verranno sceneggiati e di essi verranno realizzati dei cortometraggi. L'obiettivo che si vuole raggiungere è quello di presentare ai giovani il mondo rurale e le sue tradizioni attraverso l'utilizzo dei mezzi più coinvolgenti di comunicazione: cinema e internet. Altra iniziativa degna di nota è quella intitolata “Impari's – autovalutazione” promossa dall'Assessorato Regionale dell'agricoltura e finanziato dall'Assessorato regionale del lavoro. “Impari's” si propone di rafforzare il sistema economico e istituzionale legato allo sviluppo rurale in Sardegna favorendeo processi virtuosi per lo sviluppo e l'attrattività dei territori. Il progetto si pone come obiettivo principale quello di contribuire a innalzare il livello di coesione sociale attraverso interventi formativi integrati e multisettoriali rivolti agli operatori economici ed istituzionali del Gal. E sono proprio quest'ultimi , i destinatari privilegiati dell'iniziativa promossa lo scorso aprile a Baradili avente come oggetto la presentazione del sito internet del Gal e dei nuovi sistemi di comunicazione digitale allo scopo di favorire un continuo aggiornamento sulle notizie ed eventi nel territorio di competenza del Gal. L'importanza del Gal risiede nella specificità della sua azione d'intervento preordinata alla valorizzazione di un territorio che merita più attenzione per essere maggiormente apprezzato dai turisti ma prima di tutto da chi vi abita. L'auspicio è che il suo ambito d'intervento possa intensificarsi ulteriormente in modo da sottolineare le innumerevoli potenzialità che i nostri territori possono ancora offrire in termini di patrimonio storico – culturale e perché no di nuovi sbocchi occupazionali soprattutto per i giovani mettendoli a contatto con nuove e interessanti realtà sarde.

pda

Fotogallery

Parte Montis: Gonnostramatza - Masullas - Mogoro - Pompu - Siris

Parte Montis: Gonnostramatza - Masullas - Mogoro - Pompu - Siris